NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

venerdì 17 luglio 2015

INTERVENTO DEL SINDACO DI PIACENZA SULL'AGGRESSIONE OMOFOBA DI LUGLIO

Pubblichiamo qui di seguito la risposta del Sindaco di Piacenza all'appello che abbiamo lanciato con il nostro comunicato stampa, a seguito del caso di omofobia che ha coinvolto il nostro consigliere Davide Bombini.
Ovviamente lo ringraziamo per la vicinanza e a solidarietà che ha voluto dimostrare.

Gentilissimi,
rispondo alla vostra lettera a qualche giorno di distanza dal gravissimo episodio di Gragnano, di cui non posso che condividere la più ferma condanna. Pubblicamente, a nome del Comune di Piacenza, lo ha già fatto l’assessora alle Pari Opportunità Giulia Piroli, esprimendo la posizione del sottoscritto e dei colleghi di Giunta – come credo abbiate letto su “Libertà” di martedì 14 luglio – nel riaffermare il valore del rispetto e l’inaccettabilità di qualsiasi discriminazione basata sull’orientamento sessuale della persona.


Il vostro impegno per tutelare il diritto di ciascuno a vivere i propri sentimenti, senza vergogna o paura, è prezioso non solo per le donne e gli uomini di cui difendete l’individualità, ma è importante per la collettività intera. Con questa stessa consapevolezza, l’Amministrazione comunale ha aderito alla rete Ready e sostenuto, come intendiamo continuare a fare, gli incontri organizzati da Arcigay, L’Atomo e Agedo in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia o nell’ambito del Festival del Diritto, per citare solo due esempi.


Vi ringrazio per l’equilibrio e la correttezza con cui avete saputo esprimere la vostra giusta indignazione in questa circostanza: un atteggiamento che contrasta in maniera ancor più evidente e stridente con la violenza, verbale e fisica, dell’aggressione di cui è stato vittima Davide Bombini. Quotidianamente, in costante relazione con la scuola e con l’associazionismo, lavoriamo per costruire una comunità più aperta e inclusiva; mi auguro che, passo dopo passo, si riesca a soffocare ogni residuo di intolleranza dovuto esclusivamente al rifiuto di ciò che è diverso, di ciò che è altro da sé. In questo percorso, il vostro supporto e la vostra sensibilità sono fondamentali.


Rinnovo la mia profonda solidarietà, come sindaco e come cittadino.


Paolo Dosi 

Nessun commento: