NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

lunedì 16 maggio 2011

FESTEGGIAMO!

Ciao a tutti e ciao a tutte, la tanto controversa mozione contro l'omofobia che non si è riusciti a votare due settimane fa oggi è stata rivotata... Ed è passata con 23 voti a favore su 26 presenti! Un successone che arriva proprio alla vigilia della Giornata Internazionale contro l'Omofobia e grazie anche alla nostra opera di sensibilizzazione. Un piccolo passo per l'umanità, ma un grande passo per la città (e per la nostra associazione). Qui di seguito potete leggere il testo integrale della mozione.

Il Consiglio Comunale di Piacenza


MOZIONE URGENTE

PREMESSO CHE
  • le più recenti notizie di cronaca evidenziano un allarmante aumento, in tutto il Paese, di fenomeni di violenza e intimidazione a danno sia di singole persone omosessuali e transessuali, sia dei luoghi-simbolo di aggregazione in cui esse si ritrovano;
  • l’omofobia è una piaga purtroppo fortemente diffusa anche nella società italiana e che purtroppo si sono manifestati anche a Piacenza questi fenomeni;
  • che i suddetti atti di violenza e il clima di intolleranza che li animano risultano in drammatico contrasto con lo spirito e la lettera dei valori della Costituzione italiana, in particolare di quelli sanciti dagli articoli 2 (riconoscimento e garanzia “dei diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità”) e 3 (principio di uguaglianza formale e sostanziale);
  • la stessa Costituzione italiana non si limita a riconoscere i diritti degli individui, ma impegna le Istituzioni ad adoperarsi per combattere disuguaglianze ed ingiustizie;

RICORDATO CHE
  • vi sono risoluzioni del Parlamento Europeo che vincolano gli Stati membri a garantire i diritti delle persone che vivono in Europa e che hanno proclamato il 17 maggio “Giornata Internazionale contro l’omofobia”;
  • il 26 Aprile 2007 il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione contro l’omofobia nella quale si“esprime la propria solidarietà e il pieno appoggio agli attivisti dei diritti fondamentali e ai difensori della parità di diritti per i membri delle comunità LGBT”;

CONSIDERATO CHE
  • lotta alla violenza omofoba significa – all’origine – educazione al rispetto umano di ogni individuo e alla solidarietà, che costituiscono il tessuto di una società in cui le persone possano vivere nella libertà e nella convivenza pacifica;
  • l’educazione al rispetto della diversità, anche di orientamento sessuale e di identità di genere, è importante soprattutto per i più giovani, che nel corso della loro formazione devono da subito conoscere ed introiettare i valori dell’uguaglianza;
  • gli enti locali possono combattere le idee omofobe e razziste attraverso la sensibilizzazione della cittadinanza, soprattutto nei confronti della parte più giovane della popolazione;


IMPEGNA

Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale a:

  1. aderire alla giornata europea contro l’omofobia del 17 Maggio 2011, organizzando e/o promuovendo eventi e manifestazioni anche a Piacenza;
  2. sostenere presso le autorità governative italiane, come già espresso da numerosi altri enti locali, che il 17 Maggio diventi la giornata nazionale contro l’omofobia
  3. sostenere presso il Governo e il Parlamento l’approvazione di una legge che consideri un’aggravante l’omofobia nei casi di violenza;
  4. promuovere, con le Istituzioni, gli Enti e le Associazioni competenti, negli istituti scolastici cittadini campagne di sensibilizzazione per il superamento delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere, coinvolgendo le associazioni impegnate su questi temi in città;
  5. attivare un tavolo di confronto ed approfondimento con le associazioni di volontariato impegnate a Piacenza su questi temi;
  6. promuovere l’adesione del Comune di Piacenza alla “Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni per il superamento delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere”.
Giulia Piroli, Giovanna Calciati, Pierangelo Romersi

A quanto pare la nostra presenza sul territorio sta portando a qualche risultato, dopotutto, e questo ci fa molto piacere.

Nessun commento: