NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

mercoledì 7 maggio 2008

Piccola lezione...

All'arcigay nazionale è arrivata questa e-mail...

ciao, sono Linda Brasil transessuale brasiliana, abito a brescia da 5 anni. Voleva sapere di vuoi se possiamo fare qualcosa, poi tutta la volta che vedo in midia la Parola 'Viados' mi fa sentire molto male.....Poi questa parola brasiliana é una forma di discriminazio, e qui in italia tutta la midia usano come forma di identificare noi trasn Brasiliane. Da molto tempo sempre sentiva questa parola in gironale, tv e rimaneva molto male, adesso con il caso di Ronaldo anche la midia nacionale stai usando. La parola Viados im brasile che la l'stessa idea di Finochio, culatoni, qui in italia é una forma discriminatoria per identifica il omosessuali in generale.

Per favore aspetto qualcuno comentto di voi sull quisto...grazie

In Brasile, se qualcuno offende noi con questa parola possiamo fare dennuncia di questa persona,...qui tuttas la midia usano per indentificare noi...no podeva Usare Trans, travestito. omosessuali....per ché questa cosa qui italia?

Non so voi, ma a me questa lettera ha fatto un certo effetto...Anche perchè una volta tanto mette in luce il punto di vista delle dirette interessate, ovvero le trans brasiliane, che non sono esattamente le transessuali italiane, non foss'altro per una questione culturale. Inoltra lascia un po' disarmati il candore con cui questa persona rimane stupita che l'Italia sia così indietro rispetto al Brasile...Che dire...? Siamo indietro. Punto. La cosa preoccupante è che pochissime persone sembrano accorgersene e, anzi, in tanti sostengono che bisognerebbe tornare ancora più indietro.
Comunque se d'ora in poi anche noi usassimo la parola viado con meno leggerezza forse sarebbe già un piccolo passo avanti.

Nessun commento: