NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

mercoledì 19 dicembre 2007

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

E' ufficiale: nessuna legge contro l'omofobia verrà varata in Italia...E tutto perchè il testo proposto rimandava all'articolo 13 del trattato di Amsterdam, quando avrebbe dovuto citare l'articolo 6A. E' evidente che o nel nostro parlamento sono degli inetti, oppure c'è sotto qualcosa e hanno sbagliato di proposito per affossare il tutto. In entrambi i casi chi ci rimette siamo noi. Qualcuno ha anche detto che l'omofobia non è un problema di sicurezza dei cittadini (ah no? e gli omosessuali malmenati in quanto tali cosa sono?) e verrà discusso a parte (probabilmente fra un' era geologica o due, non più tardi). Nel frattempo aspettermo che ci scappi qualche nuova tragedia che si sarebbe potuta evitare col deterrente del reato di omofobia. Negli USA si sta discutendo la possibilità di introdurre una legge contro i crimini d'odio che porta il nome di Matthew Shephard, un ragazzo ventunenne ucciso brutalmente in Wyoming nel 1998 proprio perchè era gay. Sarebbe bello che in Italia non si arrivasse a tanto, anche perchè il sospetto è che nemmeno un episodio del genere renderebbe più facile l'approvazione di una legge di questo tipo. In ogni caso ecco un piccolo tributo a Matthew Shephard e a quello che ha rappresentato. Se non sapete l'inglese chiedete a qualcuno di tradurvi il commento scritto e non ve ne pentirete.

3 commenti:

topinomao ha detto...

che tristezza!! anche il morto non servirebbe.. in effetti, perchè le istituzioni dovrebbero fare qualcosa per i gay se i gay stessi non vogliono darsi da fare ed esporsi per se stessi?? sono sempre pochi quelli che si danno da fare anche per gli altri, i quali (altri) sono anche capaci di sfottere a volte..

Alphakinch ha detto...

uhm, che abbiano sbagliato di proposito proprio i promotori della legge mi sembra improbabile; certo avrebbero potuto prestare un po' più di attenzione, ma ciò che è scandaloso è il comportamento di chi per un'inlsussaggine come questa ha preteso ed ottenuto l'annullamento per vizio di forma di una deliberazione parlamentare, peraltro già avvenuta!
Per il resto, purtroppo, come sappiamo bene tutti, di "vittime gay" ne abbiamo fin troppe anche noi in Italia..... ma non pare che questo importi molto ad una certa parte della politica

topinomao ha detto...

quando dico che ai gay non frega niente non mi riferisco alle associazioni o ai promotori, ma proprio alla maggioranza dei gay, che queste associazioni vorrebbero aiutare.. molti gay si lamentano che c'è l'omofobia che c'è il razzismo, ecc.. e poi sono loro i primi a vergognarsi quando è il momento di scendere in strada, di metterci la faccia.. per forza poi le istituzioni (stato, governo, ecc...) ci ignorano!